Arbitro gay riprendeva atleti di nascosto negli spogliatoi, denunciato

Condividi!

Un 27enne milanese, arbitro di pallavolo, è stato denunciato dai carabinieri per violenza privata, in attesa di possibili ulteriori sviluppi investigativi, per aver posizionato il cellulare con la ripresa video attivata, all’interno degli spogliatoi maschili del centro polisportivo di Solaro (Milano), durante lo svolgimento di un torneo internazionale di pallavolo. A quanto si è appreso, lo smartphone era posizionato in un marsupio, con la telecamera rivolta verso gli atleti, under e over 18, intenti a cambiarsi.

VERIFICA LA NOTIZIA

Ad accorgersene sarebbe stata la delegazione della Lituania che, dopo aver informato l’organizzazione dell’evento, ha fatto scattare la chiamata al 112. Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Desio (Monza), i quali hanno sequestrato il telefonino dell’arbitro, in attesa di un’eventuale perizia informatica. Denunciato, il 27enne ha dichiarato che il telefonino sarebbe rimasto acceso per sbaglio. Gli investigatori verificheranno ora il contenuto dello smartphone e le immagini.




Lascia un commento