118 in crisi: troppe ambulanze senza medici e infermieri

Condividi!

Crisi del prezioso servizio del 118,un
vero allarme è stato lanciato dal pre-
sidente nazionale Sis 118, Balzanelli.
“Negli ultimi anni il sistema è stato
smantellato” denuncia.”Di rado ci sono
a bordo medico e infermiere in grado di
intervenire con diagnosi e terapia”.

“La situazione è peggiore al Nord. Al
Sud invece i mezzi di soccorso hanno
personale ma troppo spesso arrivano in
ritardo perché le ambulanze sono poche”
precisa Balzanelli. Per il 118 si spen-
de l’1,7% della spesa sanitaria nazio-
zionale.Chiuso 50% centrali operative.

In effetti è molto più trendy fare il ‘medico senza frontiere’ o sollazzare immigrati che fare i medici delle ambulanze. E da parte del governo meglio spendere in traghettamenti e hotel per clandestini piuttosto che salvare la vita ai propri cittadini.

Cestini viaggio per i clandestini che assediano Ventimiglia, Croce Rossa senza vergogna

Presidente della Croce Rossa indagato: spariti centinaia di migliaia di euro




Lascia un commento