Sorpresa: profughi preferiscono essere mantenuti che lavorare

Condividi!

Nei Paesi Bassi il 90% dei rifugiati è disoccupato dopo 2 anni e mezzo nel paese, preferiscono l’assistenza sociale: essere mantenuti dai contribuenti piuttosto che lavorare. E parliamo dei profughi veri, quelli a cui viene riconosciuto l’Asilo, non quelli che in Italia ospitiamo in hotel e che sono africani in fuga dalla guerra in Siria.

Mentre l’11% dei rifugiati lavora, la maggior parte di loro no. Il gruppo è composto principalmente da siriani ed eritrei: il 75% dei rifugiati proviene da uno di questi due paesi.

VERIFICA LA NOTIZIA

Jan van de Beek, ricercatore olandese, ha detto a De Telegraaf che molti migranti non hanno un’educazione decente. Secondo Van de Beek, posti di lavoro particolarmente scarsamente qualificati non sono attraenti per i migranti perché i benefici che ricevono senza fare nulla sono talvolta altrettanto alti dei redditi di lavori poco qualificati.

In Italia invece integrano con lo spaccio e la prostituzione.




Lascia un commento