Cinquestelle scatenati: bambino senza mamma anche a Roma

Condividi!

I tecnici del Comune di Roma “per la prima volta” hanno effettuato “una trascrizione completa (illegale) e ‘spontanea’, ovvero senza l’intervento di un giudice’ di una bimba comprata in Canada con il famigerato utero in affitto, riconoscendone subito i due gay come ‘padri’, tali grazie alla gestazione per altri”.

VERIFICA LA NOTIZIA

Ad annunciare l’evento è il legale che ha seguito il caso, Alexander Schuster. Di recente due gemelli, figli di due padri, sono stati registrati anche all’anagrafe di Gabicce, piccolo centro del litorale marchigiano.

Bimbi comprati all’estero da due gay registrati a Gabicce: non avranno mai una mamma

Ma secondo il legale, famigerato per seguire in Italia casi di questo tipo, quanto accaduto a Roma, “di poco precedente a Gabicce, è importante sia per il ruolo della Capitale, sia per la prassi che apre”.

Apre al traffico dei bambini.

Ricchi gay stanno scavalcando la legge italiana comprando bambini all’estero. Un po’ come quelli che vanno in Thailandia a stuprare le 12enni. E lo fanno con la complicità di PD e M5s.




Lascia un commento