Tutte le volte che Di Maio giurava di schifare il PD

Condividi!

Nel 2018, non nel 1990:

“Il Pd è impresentabile per sua stessa natura” (19 febbraio 2018)

“Più farete crescere il Movimento e più l’inciucio non si potrà fare” (10 febbraio 2018)

“Renzi è il capo degli impresentabilI” (24 febbraio 2018)

“Il Pd è un ex partito” (16 febbraio 2018)

“Impresentabili che hanno preso soldi da Buzzi e da Mafia capitale per le elezioni” (4 febbraio 2018)

“De Luca jr è uno degli assassini politici della mia gente. L’inquinamento nella terra dei fuochi esiste per colpa dei politici del Pd e di FI che fanno affari con la criminalità organizzata” (17 febbraio 2018)

“Il Pd? Escludo categoricamente qualsiasi alleanza. Spero di avere i voti per ignorarli” (2 febbraio 2018)

“Il Pd è al centro di uno scandalo che coinvolge la gestione dei rifiuti e presunte tangenti prese dal figlio di De Luca, Roberto” (17 febbraio 2018)

Luigi Di Maio

Uno che dopo avere detto questo vuole fare un governo insieme al Pd, non è l’inizio della Terza Repubblica, è il peggio della prima.




Lascia un commento