Accordo Ue: Italia dovrà mantenere i ‘profughi’ per altri 10 anni

Condividi!

Grazie agli accordi presi dal PD, ogni nave straniera che raccatta clandestini in Libia li può tranquillamente scaricare in Italia. Quanto ai tanto decantati ‘ricollocamenti’, non esistono: in sostanza, le quote funzionano solo in caso di emergenze gravissime e solo se la maggioranza degli altri governi le accetta. E, ovviamente, non le accettano: mica sono governati dal PD.

VERIFICA LA NOTIZIA

Non solo. Nella nuova bozza di accordo Ue sul tavolo, si allunga da uno a dieci anni il periodo di «stabile responsabilità». Significa che da ora in poi un clandestino che richiede asilo politico e poi esce dall’Italia verso l’Austria o la Francia può essere rispedito indietro per i dieci anni seguenti. Non solo: non servirebbe neanche più chiedere il permesso alle autorità italiane; basterebbe una «notifica» per riconsegnarlo alla frontiera.

Insomma, i duecentomila fancazzisti che stiamo ad oggi mantenendo in hotel, li dovremo mantenere per altri 10 anni. Se il Pd rimane al governo.

Quasi 200mila immigrati in hotel, spesa sfonda i 5 miliardi di euro!




Lascia un commento