A Pavia Salvini a testa in giù, Lega presenta denuncia

Condividi!

Adesivi con Matteo Salvini a testa in giù. A denunciarne la comparsa a Pavia è la Lega che presenta denuncia

“La sinistra a Pavia, appoggiata dai gruppi antagonisti, crea lo scontro sociale con adesivi e commemorazioni pubbliche fuori luogo”, afferma il presidente dei senatori Gian Marco Centinaio. “È ora di dire basta e di isolare questa gente che incita all’odio e alla violenza”, aggiunge.

“Come segretario provinciale della Lega – sottolinea Jacopo Vignati – ho voluto denunciare alle autoritá competenti questi adesivi intimidatori. Purtroppo la festa del 25 aprile al posto di essere la festa di tutti ancora una volta a Pavia cittá é diventata la festa di quei pochi comunisti che non si rassegnano al fatto che la democrazia li sta condannando alla nullitá e quindi compiono gesti vigliacchi e intimidatori. Andremo prontamente a rimuoverli perché Pavia è viva e bella e non deve venire deturbata da 4 idioti”.

VERIFICA LA NOTIZIA

“Un gesto del genere molto grave e dimostra solo che qualcuno è rimasto fermo a 70 anni fa, noi non ci facciamo intimorire e guardiamo avanti, al futuro”, continua il capogruppo della Lega in consiglio comunale Matteo Mognaschi. “Spiace perdere tempo, nel 2018, per simili cose”, insiste. “Anche quest’anno – continua Roberta Marcone, segretario cittadino Lega Pavia – la ricorrenza del 25 aprile si è trasformata nel pretesto di una certa sinistra per seminare odio e violenza Gli adesivi raffiguranti Matteo Salvini impiccato sono un gesto infame e criminale che deve essere punito e la Lega di Pavia farà di tutto perché questo avvenga”.




Lascia un commento