Profughi in rivolta, rifiutano di pulirsi i bagni: “Allora restavo in Siria”

Condividi!

I cosiddetti profughi di un centro di accoglienza di Alkmaar, nei Paesi Bassi, sono arrabbiati per le nuove regole: ora devono pulire i loro bagni da soli, non ci saranno più le donne di servizio. Come avviene invece in Italia.

VERIFICA LA NOTIZIA

(…) “Vogliono che puliamo i nostri bagni in ginocchio”, dice Ahmad della Palestina. Un altro migrante dice: “Anche le carceri siriane sono migliori! (…) Non pulirò la merda di qualcun altro”.

Abu Barak dalla Siria ha detto al giornale di essere “in stato di shock” e si chiede: “Questa è l’Olanda? ”

I bagni nell’hotel per profughi non hanno la carta igienica perché i rifugiati non la usano. È una scelta culturale. (…)

La portavoce del centro di asilo Alet Bouwmeester afferma che la nuova politica di pulizia è legata alla scarsa igiene dei bagno: “L’idea è che rendendo le persone responsabili, le cose miglioreranno”.

Illusa.




Lascia un commento