Profughi spacciavano 1 kg di droga a settimana: arrestati 22 pakistani

Condividi!

Sono ventidue i richiedenti asilo arrestati a Pordenone nell’operazione Bronx 2018, con l’accusa di avere messo in piedi una imponente rete di spaccio. A quanto si è appreso, pakistani e afghani avevano a mano a mano iniziato a controllare il mercato delle droghe, sopratutto quelle leggere, spacciando nei parchi cittadini.

Arrivano come finti profughi, tanto basta fare richiesta, e sono liberi di rimanere in Italia. A spacciare.

VERIFICA LA NOTIZIA

Sono stati sequestrati circa tre chili di droga, ma si stima che gli arrestati, che vivevano per strada o in case private, ospiti di connazionali, avessero un giro di stupefacenti di almeno un chilo a settimana. Il luogo privilegiato per la consegna delle sostanze era il parco di fronte alla stazione ferroviaria: tra gli acquirenti moltissimi studenti, tra cui numerosi minorenni e giovanissimi.

Sgominata rete di profughi trafficanti droga, Lega: “Ora basta!”

Alle indagini, svolte dalla Polizia di Pordenone, hanno partecipato anche agenti sotto copertura del Servizio centrale operativo della Polizia di Stato di Roma.
Per la prima volta nella città friulana sono stati impiegati alcuni operatori della polizia di Stato sotto copertura, gli undercover, per l´acquisto di droga; la tecnica investigativa consente di acquistare lo stupefacente e di ritardare l’arresto degli spacciatori.




Un pensiero su “Profughi spacciavano 1 kg di droga a settimana: arrestati 22 pakistani”

Lascia un commento