Bologna, preso violentatore studentessa: non dicono il nome

Condividi!

Bologna: stupratore studentessa è noto maniaco romeno libero nonostante condanna

La squadra mobile della Polizia di Bologna ha eseguito un fermo emesso dal Pm Michele Martorelli nei confronti del presunto responsabile di una violenza sessuale avvenuta all’alba di domenica mattina, vittima una studentessa universitaria. La ragazza è stata seguita e aggredita verso le 6 in vicolo Santa Lucia, pieno centro storico, dentro dell’androne di casa. La giovane ad un certo punto è riuscita a divincolarsi e a fuggire nel suo appartamento.

La ragazza, dopo essersi ripresa dallo choc, nel pomeriggio dello stesso giorno ha trovato il coraggio ed è andata in Questura a sporgere denuncia: ha raccontato quello che ricordava dell’aggressione, fornendo una descrizione dell’uomo ai poliziotti della Squadra mobile, che si sono messi subito al lavoro per cercare di individuarlo. Poi è stata accompagnata al pronto soccorso, per seguire il protocollo per le vittime di violenza sessuale.

Nell’androne del palazzo la Scientifica ha lavorato per cercare di repertare tracce biologiche dell’aggressore, mentre sono state acquisite dalla polizia anche le immagini registrate dagli impianti di videosorveglianza presenti nella strada.

L’uomo che poi è stato arrestato è stato ascoltato ieri sera in questura e i suoi vestiti sono stati analizzati dalla Scientifica.

La notizia dell’aggressione ha creato apprensione tra gli abitanti della piccola strada del centro, dove si trovano soprattutto studi legali. “Qualche tempo fa – racconta una residente – sono stata seguita anch’io da un uomo, che ha tentato di molestarmi. Sono riuscita a distanziarlo e lui ha desistito. Questo ennesimo episodio di violenza mi preoccupa molto”. L’eco dell’accaduto è arrivata anche nel bar all’angolo con via Castiglione: “Abbiamo sentito di una violenza nell’androne del palazzo. Qui ci abitano diverse studentesse fuori sede, è una brutta storia”




Lascia un commento