TORINO, TUBERCOLOSI DILAGA IN PALAZZINE IMMIGRATI

Condividi!

Sono già cinque i casi di tubercolosi accertati tra gli immigrati dell’ex Moi, le palazzine del villaggio olimpico di Torino da anni occupate abusivamente da immigrati. Per lo più spacciatori. Non mancano gli stupratori. Li vediamo all’opera nella foto, durante ‘lavori di manutenzione’.

Uno dei malati è ricoverato in gravi condizioni all’Amedeo di Savoia.

Ma la tubercolosi si sta diffondendo a macchia d’olio tra gli immigrati che infestano le palazzine al Lingotto.

Tubercolosi: boom di immigrati infetti, 80% è positivo al test

Vista la velocità del contagio, oggi si è tenuta in prefettura una riunione per affrontare il problema.

VERIFICA LA NOTIZIA

Sembra che il Comune, terrorizzato dall’idea di un focolaio che si può estendere in città, visto l’uso dei trasporti pubblici da parte di questi personaggi, intenda chiedere all’Asl di effettuare a spese dei contribuenti uno screening sugli immigrati che vivono nelle palazzine.

Torino: droga, stupri e locali abusivi nelle palazzine olimpiche – VIDEO

Intanto, il piano di ricollocamente in case popolari e altre residenze dei circa mille abusivi delle palazzine in questo momento è fermo.




Lascia un commento