Islamici bruciano Tolosa, Macron chiacchiera di integrazione a Strasburgo

Condividi!

“Una sorta di guerra civile europea viene a galla”, ha avvertito il presidente francese Emmanuel Macron alla plenaria del Parlamento europeo oggi a Strasburgo, mettendo in guardia contro gli “egoismi nazionali”.

Il presidente francese è intervenuto alla plenaria sul futuro dell’Europa e sulla Siria.
Macron è stato accolto al suo arrivo dal presidente del Parlamento Ue, Antonio Tajani. “Signor presidente Macron , caro Emmanuel, benvenuto al Parlamento europeo, oggi è una giornata assai importante perché discuteremo sul futuro dell’Europa, sentiremo le sue idee, le sue proposte, grazie per avere partecipato al dibattito”, lo ha accolto Tajani.

“La risposta è l’autorità della democrazia non la democrazia autoritaria”, ha dichiarato Macron mettendo in guardia contro il “fascino illiberale e gli egoismi nazionali. Dobbiamo edificare una nuova sovranità europea per dare una risposta chiara agli europei”, ha aggiunto.

“Siamo in un momento in cui avvengono grandi trasformazioni. Il modello democratico in Europa è unico nel mondo”, ha aggiunto. “Dobbiamo sbloccare il dibattito tossico, avvelenato, sui migranti”, ma anche “sulla riforma di Dublino e la ridistribuzione”.

Macron si preoccupa di una bizzarra ‘guerra civile europea’, quando la guerra ce l’ha già in casa:

E’ guerra islamica a Tolosa: 25 auto bruciate, colpi di mortaio contro polizia

Quando il presidente di una nazione filosofeggia mentre una sua città brucia, significa che l’élite ha perso il contatto con la realtà. Non abbiamo bisogno di “una nuova sovranità europea”, abbiamo bisogno di riprenderci la nostra.




Lascia un commento