Cremona: 4 milioni di euro per mantenere i profughi, 2 milioni li pappa la Caritas

Condividi!

Sono 319, al momento, i sedicenti profughi nel Cremasco per un costo annuo che supera di poco i 4 milioni di euro. Appena rinnovate le convenzioni tra cooperative che gestiscono i richiedenti asilo e la prefettura, valide sino a fine 2018.

VERIFICA LA NOTIZIA

Da questi particolari accordi è esclusa la Carita$ diocesana che, con 110 richiedenti asilo ospitati in strutture cittadine, ma anche in diversi comuni del territorio, fa la parte del leone. Poi ci sono le cooperative e associazioni con altri 209 migranti, distribuiti in tutto il Cremasco. In quest’ultimo caso, il costo del mantenimento degli stranieri è pari a 2.669.975 euro all’anno. Tanto viene, infatti, versato alle undici coop attive nel territorio che hanno partecipato all’ultima gara d’appalto del servizio, indetta dalla prefettura di Cremona: tutte con offerte che garantivano la gestione di ogni migrante al costo, per le casse statali, di 35 euro a persona al giorno.




Lascia un commento