Salvini sferza Di Maio: “Dobbiamo dare un governo all’Italia”

Condividi!

“Noi siamo contrari a governissimi e governoni”, Salvini non usa mezze parole rispondendo a chi gli chiede se ribadisce la posizione della Lega dopo la lettera al Corriere con cui Silvio Berlusconi ha chiesto un “governo autorevole” sostenuto da “una maggioranza non qualsiasi”.

Siamo arrivati alle lettere al Corriere, come un Monti qualsiasi.

Sulla Siria: “L’Italia è nel cuore dell’Europa e non può essere al servizio di nessuno. Quindi, non siamo secondi a nessuno e non obbediamo a ordini sbagliati di nessuno”.

VERIFICA LA NOTIZIA

Al Vinitaly di Verona Salvini poi ha precisato: “Oggi non c’è spazio per la polemica, c’è spazio solo per il riconoscimento agli imprenditori italiani che danno lavoro e portano il marchio italiano nel mondo, nonostante delle regole europee folli, delle sanzioni internazionali assurde. Oggi sono qui a onorare il ‘Made in Italy'”.

“Io sono pronto a fare il governo, non dico no a nessuno, sono altri che non hanno ancora deciso che tipo di vino bere”.

Alla domanda su quale vino offrirebbe al candidato premier dei 5 stelle Luigi Di Maio, Salvini ha risposto: “Uno “Sforzato” perché è un vino di Valtellina e perché si deve sforzare a fare qualcosa di più”.

La risposta di Di Maio: “Non c’è nessun incontro con Salvini. La questione del governo è molto seria e non si affronta al Vinitaly, che è un evento importantissimo ma per un settore. Voglio che sappiate che il M5s è al lavoro per un governo che dia risposte, chi si ostina a proporre un centrodestra unito propone una strada non percorribile e che può fare anche danno al Paese”.




Lascia un commento