Navi straniere verso Italia con 500 clandestini, mare in burrasca

Condividi!

Sono circa 500 i clandestini prelevati in Libia in 3 distinte operazioni. Gli immigrati si trovavano a bordo di 3 gommoni. Hanno preso parte alle operazioni di soccorso un`unità del dispositivo Eunavformed e un’unità dell’ONG Sea Watch. Tutte navi straniere, ma tutte li scaricheranno in Italia.

Dopo aver portato a termine le operazioni, la nave Sea Watch 3 ha dichiarato di non riuscire a raggiungere un porto italiano, a causa del peggioramento delle condizioni meteomarine, del numero di migranti presenti a bordo e dell`assenza di una quantità sufficiente di acqua e cibo.

La Centrale Operativa della Guardia Costiera (IMRCC), allo scopo di mettere in sicurezza i migranti, sta individuando il miglior assetto navale presente in area per portare i clandestin in Italia. Noi, invece, confidiamo in lui:

Ieri la Guardia costiera libica, con grande scorso delle Ong e delle coop italiane, aveva recuperato e riportato indietro 137 clandestini. Oggi si sono rifatti.

Le Ong rimaste in mare sono tre con due navi: oltre alla Sea Watch, c’è la nave Aquarius gestita da Sos Mediterranee e Medici senza Frontiere. Ancora sotto sequestro a Pozzallo la nave della Ong spagnola ProActiva Open Arms.

VERIFICA LA NOTIZIA

Sequestrane un’altra, Zuccaro.




Lascia un commento