Russia: “Se nostri mezzi colpiti, conseguenze catastrofiche”

Condividi!

Il canale di comunicazione Russia-Usa
in vista dell’attacco alla Siria è at-
tivo.Così il portavoce del Cremlino,Pe-
skov, precisando però che non è in pro-
gramma un colloquio tra Putin e Trump.

Secondo Mosca, nessun mezzo russo
“dovrebbe finire sotto il fuoco” degli
Stati Uniti. In caso contrario “le con-
seguenze saranno catastrofiche”. Prece-
dentemente il capo delle forze armate
russe, Gerasimov, aveva detto che “in
caso di minaccia per l’esercito russo
in Siria” il fuoco sarà aperto non solo
sui missili ma anche sui loro vettori.

Speriamo che Trump freni la follia del deep state. La sua postura aggressiva sembra tendere proprio a questo: annunciare l’attacco – necessario per sfamare la bestia del complesso militare industriale – con preavviso per rendere l’impatto minimo.

Intanto, l’esercito del governo siriano ha preso il pieno controllo della città di Duma finora occupata dai terroristi del gruppo Jaysh al-Islam e ora l’intera Ghuta orientale è sotto il controllo delle forze governative. Lo ha detto il capo del centro russo per la riconciliazione delle parti in guerra in Siria Yuri Yevtushenko. “Si tratta di un evento storico nella storia della Siria”, ha dichiarato Yevtushenko. Lo riporta la Tass.




Lascia un commento