Londra ha l’invasore in casa, si prepara a bombardare Siria

Condividi!

L’attacco militare contro la Siria potrebbe iniziare questa notte. E’ quanto riporta oggi il Daily Telegraph, secondo cui il bizzarro premier britannico Theresa May avrebbe ordinato ai sottomarini di raggiungere la posizione ‘di tiro’ per i missili Tomahawk.

VERIFICA LA NOTIZIA

Stati Uniti, Francia e Regno Unito si sono detti pronti a una risposta comune contro Damasco e da giorni stanno discutendo gli assetti militari. Certe volte viene da pensare che, forse, era meglio se vinceva l’Asse.

Democrazia? – Un sondaggio pubblicato oggi dal quotidiano The Times ha rivelato che solo un quinto dei britannici sostiene un attacco missilistico contro obiettivi militari in Siria, mentre più dei due terzi si oppone. I popoli sono molto più saggi di chi li governa.

Londra è di fatto una città islamica, e questi, invece di combattere contro l’invasore, lanciano missili dall’altra parte del continente.

La guerra è diventate un’arma di distrazione di massa.




Lascia un commento