Berlusconi sabota governo populista che lo renderebbe irrilevante

Condividi!

Dalla Loggia del Quirinale infatti Berlusconi sferra un attacco contro la possibilità di un accordo con il M5s: “Sappiate distinguere chi è un democratico e chi non conosce neppure l’abc della democrazia. Sarebbe ora di dirlo chiaramente a tutti gli italiani”

Luigi Di Maio subito dopo il colloquio con il presidente della Repubblica, Mattarella, ha avuto buon gioco e commentato così le parole del leader di Forza Italia: “La coalizione del centrodestra è divisa: l’avete visto, mentre il leader della Lega diceva di voler aprire, dopo pochi minuti, con una battutaccia nei nostri confronti, Silvio Berlusconi ha dimostrato che stesse sperando nel Pd più che in M5s, vista – lo ripete – la battuttaccia nei nostri confronti”.

Ormai è chiaro: Berlusconi tenta in tutti i modi di sabotare un governo populista nel quale sarebbe numericamente (e politicamente) irrilevante. L’obiettivo è un governo con il PD. Perché il Cdx non ha i voti per un governo, e l’unica alternativa al M5s è il PD. Che sarebbe una sciagura per l’Italia e, ovviamente, un suicidio per la Lega.

“I veti non ci piacciono a prescindere dalla provenienza. Non era condiviso e non lo sarà mai da parte nostra un no al dialogo col M5S”. Cosi il capogruppo Lega Centinaio sulle parole di Berlusconi (distinguere veri democratici da chi non conosce l’Abc della democrazia). “Non rispecchiano la posizionde della Lega, né del centrodestra”,sottolinea.

E l’altro capogruppo Giorgetti: “La battutaccia di Berlusconi? Penso che sia stata poco felice e inopportuna ed abbia dato l’occasione a Di Maio per respingere l’offerta del centrodestra”,




Lascia un commento