Vaticano trema, dovrà pagare Ici arretrate

Condividi!

Secondo l’avvocato generale della Corte Ue, il belga Melchior Wathelet, l’Ici non pagata dalla Chiesa, già ritenuta un aiuto di stato illegale nel 2012, va recuperata, perché non vale l’eccezione riconosciuta dalla Commissione e dal Tribunale Ue allo stato italiano motivata con difficoltà organizzative. Secondo l’avvocato quindi, la sentenza del Tribunale Ue del 2016 andrebbe ribaltata. Le conclusioni del legale riguardano il ricorso alla sentenza del 2016 presentato dalla Scuola Montessori e dal signor Pietro Ferracci, titolare di un piccolo bed and breakfast, gli stessi ricorrenti che avevano adito il Tribunale dell’Ue dopo la decisione della Commissione.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il fatto è che l’Ici non dovrebbe pagarla nessuno. Ogni tassa patrimoniale è una rapina di Stato. Semmai al Vaticano va tolto l’8 per mille. Detto questo, meno soldi ha la Chiesa, meno ne utilizza per favorire l’invasione.




Lascia un commento