Trump sfida Putin: “Russia preparati, in Siria stanno per arrivare i missili”

Condividi!

L’esercito russo si riserva il diritto di abbattere i missili e distruggere i siti di lancio in caso di aggressione degli Stati Uniti contro la Siria, come fa sapere l’inviato di Mosca in Libano, Alexander Zasypkin. “Le forze russe – sottolinea inoltre Zasypkin secondo Russia Today – affronteranno qualsiasi aggressione degli Stati Uniti contro la Siria, intercettando i missili e colpendo le loro piattaforme di lancio”.

Rincara la dose il vicepresidente della commissione Difesa in Senato Yevgeny Serebrennikov, precisando che la base aerea russa Hmeymim e la base navale di Tartus, come anche i militari russi dispiegati in Siria, sono sotto stretta protezione da quando Washington ha annunciato l’intenzione di colpire la Siria dopo il presunto attacco chimico a Duma. E concludendo: “Ci aspettiamo che, in caso di attacchi americani, le vite dei nostri uomini non siano messe in pericolo. Credo che gli Usa lo comprendano e che non lo consentiranno perché, in caso contrario, la risposta della Russia sarà immediata, come ha detto il nostro capo di Stato maggiore”.

“La Russia promette di abbattere tutti i missili sparati alla Siria. Russia preparati, perché arriveranno, belli, nuovi e intelligenti! Non dovreste essere partner di un animale che uccide con il gas, che uccide il suo popolo e si diverte!”. Questo il tweet del presidente degli Stati Uniti, Donald Trump. Poche ore prima, Mosca aveva detto che la risposta a un eventuale attacco statunitense in Siria sarebbe stata “immediata”.

E’ evidente che Trump è ricattato dal deep state e deve tenere una postura dura verso la Russia per non sembrare filorusso. Grave errore.

Intanto Eurocontrol lancia un’allerta su tutte le rotte aeree del Mediterraneo orientale. Un’allerta che sarà in vigore almeno per le prossime 72 ore. Secondo l’organizzazione infatti lo spazio aereo in questione potrebbe essere oggetto di blackout radio provocando problemi alla navigazione aerea. “A causa del possibile lancio di bombardamenti in Siria con missili aria-terra e/o cruise e della possibilità di perturbazioni intermittenti dell’equipaggiamento radio di navigazione – si legge in una nota sul web – si consiglia di pianificare le proprie operazioni di volo nell’area dell’Est Mediterraneo/Nicosia Fir”. Gli operatori aerei sono stati invitati a controllare “ogni NOTAMs (Messaggio ai naviganti aerei, ndr) rilevante”.




Lascia un commento