Denunciò aggressione razzista, ragazzina velata si era inventata tutto

Condividi!

Woodbridge, Virginia – La ragazzina di 13 anni che aveva raccontato un’aggressione ‘razzista’ in cui un uomo le aveva strappato il velo sotto la minaccia del coltello, si era inventata tutto. Probabilmente è una sorta di sogno erotico delle musulmane, visto con quanto si ripetono queste situazioni.

VERIFICA LA NOTIZIA



Lascia un commento