Belgio, boom in tv per lo show che prende in giro neri e gay

Condividi!

Il politicamente corretto sta soffocando la creatività. Soprattutto nell’area anglosassone ma anche nel resto d’Europa. Per questo, chi osa indicare che il re è nudo, ha successo. E’ quanto accaduto allo spettacolo “Taboo” che ha infranto tutti i record televisivi in ​​Belgio raccontando barzellette su paraplegici, amputati e minoranze.

VERIFICA LA NOTIZIA

“Questo è lo spettacolo che ride su persone per le quali non dovresti ridere”, dice il presentatore, il comico Philippe Geubels, all’inizio di ogni episodio della domenica sera sull’emittente pubblica fiamminga Een.

“Abbiamo scelto i tabù per il loro potenziale umorismo, per la prima serie non abbiamo ancora preso di mira transessuali o ebrei”, ha detto il produttore. “Ma è qualcosa da esplorare: non siamo mai brutali, lo facciamo sempre con rispetto”.




Lascia un commento