Facebook censura pagina di satira pro-Trump: è tempo di regolarlo

Condividi!

Facebook prosegue nella sua guerra alla libertà di espressione, in questo modo avvicinandosi sempre di più ad essere regolato come quello che è: un monopolio di fatto.

L’ultimo caso che ha fatto scandalo negli Usa – in Italia fanno scandalo solo i sequestri di siti di sinistra da parte delle autorità per ‘diffamazione’, in realtà si scoprirà la presenza di materiale pedopornografico trovato nei server – è la censura di una pagina facebook di satira pro-Trump.

Il duo che gestisce la pagina non è stato protetto dall’essere donne afroamericane. In certi casi non conta.

 




Lascia un commento