Asia Argento e Boldrini: “Italiani ci odiano”

Condividi!

Come saprete, o forse no e meglio per voi, Asia Argento si è ricordata alcuni mesi fa di essere stata molestata dallo sporcaccione di Hollywood una ventina di anni fa. Da allora è diventata il nuovo punto di riferimento del femminismo della terza età targato Boldrini.

Che le dedicò un lungo messaggio come sempre privo di senso consegnato: “Devi rimanere in Italia per rafforzare la solidarietà tra donne. Asia non mollare”. “Non deve arrendersi. Anzi è il momento di fare squadra tra le donne. Ognuno lo può fare nel proprio ambito, nello spettacolo, come nella politica”.

Da allora sono una squadra.

“In Italia ci hanno elette nemiche (numero) 1 perché dalla parte delle donne, della pace, la verità, le minoranze e gli immigrati – ha scritto ieri su Twitter l’amante dei cani – Promotrici di un cambiamento culturale: la parità di genere. L’odio sistematico del patriarcato invece di distruggerci ci ha unite e rafforzate “.

Non si può non ricordare che la neo paladina delle donne solo qualche tempo prima di erigersi a dea del femminsmo sui social postava una fotografia di Giorgia Meloni, insultandola gratuitamente nonostante fosse donna e incinta. “La schiena lardosa di una fascista”. E poi aggiunse: “Il culo grasso di una ricca senza vergogna”. Non serve poi rivangare la sua difesa di Roman Polansky, sebbene accusato di aver stuprato una tredicenne (e non solo).




Lascia un commento