Difensori Butungu chiedono assoluzione: “Ha sofferto tanto”

Condividi!

Ricordate il congolese Butungu, uno dei ‘fratelli’ di Kyenge? Quello che, alla guida di un branco di immigrati di seconda generazione minorenni, stuprò una turista polacca e un trans a Rimini?

VERIFICA LA NOTIZIA

I difensori del profugo, che secondo i giudici guidava i tre minorenni marocchini, anch’essi condannati in primo grado, hanno presentato ufficialmente ricorso in appello. Intenzione espressa già pochi minuti dopo la lettura della sentenza, il 10 novembre scorso.

Butungu, per il giudice è una bestia “ossessionata dal sesso”

Bene, secondo i suoi avvocati “ha avuto una vita difficile”, quindi “va ribaltato il verdetto e va assolto” perché non ci sono prove o, comunque, “merita le attenuanti per il suo passato”.

Il punto più “sorprendente” del ricorso è che vengono chieste anche le attenuanti in riferimento al passato definito turbolento del 20enne e all’assenza di precedenti penali. Il prossimo passo, dunque, sarà la Corte d’Appello di Bologna.




Lascia un commento