Superbatteri dall’India all’Italia, così diventano incurabili

Condividi!

LA GLOBALIZZAZIONE E LE MIGRAZIONI SONO IL PARCO GIOCHI DELLE EPIDEMIE E DEI SUPERBATTERI

I super-batteri mettono paura. C’è il rischio di trovarsi a combattere sempre più spesso contro infezioni causate da ceppi in grado di resistere agli antibiotici.

«Fino a un paio di anni fa c’erano solamente venti casi in tutta Italia di ceppi resistenti spiega Roberto Rigoli, direttore della Microbiologia dell’ospedale di Treviso ma adesso siamo arrivati a contare addirittura 35 casi in un anno solo nella Marca. Le infermiere epidemiologiche sono essenziali nella lotta contro questo nuovo problema».

I ceppi che resistono agli antibiotici sono sempre più numerosi. Tra quelli quasi invincibili spicca il New Delhi. Si tratta di un batterio arrivato proprio dall’India.

Torna dall’India con il Superbatterio senza cura: terrore contagio

«Tutto è iniziato con i viaggi in India – dice Rigoli – per gli interventi a basso costo». Qui hanno trovato terreno fertile a causa dell’abuso di antibiotici. Adesso si stanno espandendo in modo esponenziale.

VERIFICA LA NOTIZIA

Ce ne siamo già occupati. Generalmente arriva per ‘turismo sanitario’: i migranti indiani vanno ad operarsi in India dall’America (perché costa meno) o dall’Europa e poi tornano: con il superbatterio.




Lascia un commento