Ladro romeno ucciso a Lodi, pm insiste: eccesso difesa

Condividi!

Il procuratore di Lodi Domenico Chiaro insiste nella persecuzione di Mario Cattaneo.

Ha chiesto il rinvio a giudizio per eccesso colposo di legittima difesa di Cattaneo, 68 anni, l’oste di Casaletto Lodigiano (Lodi) dal cui fucile la notte del 10 marzo dello scorso anno, partì una rosa di pallini che uccise un romeno di 32 anni che con tre complici si era introdotto nel suo locale. Purtroppo gli altri tre non vennero colpiti.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il ladro, ferito, fu trascinato ma poi abbandonato dai complici davanti al cimitero di Gugnano, a poche centinaia di metri di distanza dall’osteria.

Il bottino lasciato a terra durante la precipitosa fuga consisteva in pochi euro del fondo cassa e alcune stecche di sigarette. Già nei mesi scorsi l’accusa iniziale di omicidio volontario era stata derubricata a eccesso colposo di legittima difesa con l’avviso di chiusura delle indagini. Ora la richiesta di rinvio a giudizio.

Resisti.




Un pensiero su “Ladro romeno ucciso a Lodi, pm insiste: eccesso difesa”

Lascia un commento