Clandestini da Israele, Lega blocca tutto: “Non se ne parla”

Condividi!

L’accordo del governo scaduto con Israele, attraverso i cattivi uffici dell’Onu, è bocciato dalla Lega

Israele ricolloca 16mila clandestini africani in Italia ed Europa

“Non se ne parla neppure di prenderci una quota dei 16mila immigrati clandestini africani che Israele sta per espellere dal suo territorio. Ma ci siamo dimenticati che l’Italia ha già 600mila clandestini da espellere?

Ma chi è ancora al Governo, seppur come dimissionario, non ha ancora realizzato che ci sono state le elezioni e che quelli che hanno fatto arrivare i 600mila clandestini sono stati sconfitti e mandati a casa dai cittadini? Appena si insedierà il nuovo Governo rimanderà a casa loro, rimpatriandoli, tutti i clandestini, altro che accogliere quelli espulsi da Israele…”. Lo dichiara il senatore leghista Roberto Calderoli, vice presidente del Senato.

VERIFICA LA NOTIZIA

Stessa risposta senza possibilità di replica da parte di Gasparri: “Sempre convinti delle ragioni di Israele, anche in questi giorni tragici, leggiamo sbigottiti di intese Israele-Onu per mandare profughi africani in paesi occidentali, tra cui l’Italia. Bisogna opporsi e anzi chiedere che altri semmai prendano profughi approdati in Italia. Il Parlamento dica no subito”. Lo ha detto Maurizio Gasparri, senatore di Forza Italia spiegando come “le vicende di Bardonecchia mettano in luce, prima ancora delle eventuali forzature francesi, da chiarire e respingere, la nefasta azione di Ong incoraggiate da sinistre di vario tipo. Ma che ci fanno i nigeriani sul confine italo-francese? Ovvio. Tentano il passaggio clandestino in Francia. Basta ipocrisia – ha chiesto Gasparri – e via i clandestini dall’Italia. La Francia ha messo a nudo la catastrofe dell’Italia colabrodo, paradiso dei clandestini che i nostri confinanti non vogliono a casa loro. Hanno torto?”.




Lascia un commento