Terroristi concepirono attacco a metro in moschea di Latina – VIDEO

Condividi!

La cellula di Anis Amri, il tunisino autore della strage al mercatino di Natale di Berlino e ucciso a Sesto San Giovanni (Milano) nel 2016, progettava un attentato alla stazione Laurentina della metro di Roma.

La rete, smantellata dalla polizia, era formata soprattutto da tunisini ed era guidata da un “nuovo italiano”. I terroristi hanno concepito l’attacco frequentando la moschea di via Chiascio (Latina)

Amri, sbarcato a Lampedusa, discusse con i suoi a lungo del piano, elaborato nel giugno del 2015, ma poi, per motivi ancora da scoprire, l’attentato contro la metro della linea B non fu portato a termine.

Terroristi erano pronti: “Tagliamo i genitali agli italiani”.

Nella rete c’erano migranti islamici pronti a punire i “maiali” italiani.

VERIFICA LA NOTIZIA




Lascia un commento