Resti umani davanti palazzina dei profughi: era diretto lì il ‘trolley’ di Pamela?

Condividi!

Scoperti resti umani (diversi corpi) sia all’interno di un pozzo, sia sotterrati a pochi centimetri di profondità, nei pressi dell’Hotel House di Porto Recanati. (MC). Il tutto a due mesi dal massacro di Pamela Mastropietro, seviziata, stuprata, uccisa e fatta a pezzi da un gruppo di schifosi criminali clandestini, nigeriani.

Cadaveri davanti a palazzina dei profughi: cimitero di ragazzine scomparse?

Non può non venire il dubbio che anche il famigerato ‘trolley’ fosse diretto nel cimitero dell’Hotel House. E chissà quante ragazzine italiana fatte a pezzi in rituali africani hanno fatto la stessa fine.

VERIFICA LA NOTIZIA

“È ormai chiaro che il territorio maceratese versa in condizioni pietose, di degrado assoluto e che lo sviluppo dell’immigrazione selvaggia abbia aumentato il rischio di perdere ogni speranza di sicurezza – afferma la coordinatrice di Forza Nuova Martina Borra – Non è più possibile da parte dei cittadini, fare una passeggiata con tranquillità. Non è accettabile che, nel 2018, si debba aver ancora il timore di girare liberi per i nostri quartieri – continua la forzanovista – La misura è colma e siamo stanchi di questa situazione. Siamo stanchi di non sentirci più padroni a casa nostra. Siamo stanchi di vedere orde di immigrati che la fanno da padroni nel nostro territorio. Vogliamo la verità! Chiediamo un forte incremento del controllo e pretendiamo l’espulsione per chi commette reati in suolo italiano”.

“E mi raccomando – conclude polemicamente Borra – continuate a parlarmi di quanto è bella l’immigrazione, la politica del ‘refugees are welcome’ e l’accoglienza, vi prego.




Lascia un commento