Terrorismo islamico, rete del profugo terrorista Amri stava per colpire

Condividi!

Operazione antiterrorismo islamico della Polizia: 5 arrestati, quattro tunisini e un sedicente palestinese, tra Roma e Latina.

Tutti riconducibili alla rete di Anis Amri, il tunisino sbarcato a Lampedusa autore della strage al mercatino di Natale di Berlino, ucciso a Sesto San Giovanni (Milano) il 23 dicembre del 2016.

“Si è evitato che dalla fase di radicalizzazione si sfociasse in una attività terroristica. Non c’è alcun elemento concreto che facesse pensare alla preparazione di un attentato ma ci sono elementi che fanno pensare che si stessero preparando a questo”. Lo ha detto il pm Sergio Colaiocco nel corso di una conferenza stampa in Procura a Roma.

ANIS AMRI ANDAVA ABBATTUTO SUL BARCONE

Sono tra noi. E non li fermeremo con operazioni di polizia, ma solo con espulsioni di massa.

VERIFICA LA NOTIZIA




Lascia un commento