Bambina circondata e picchiata da piccoli islamici perché ebrea

Condividi!

Spintonata, insultata e minacciata dai compagni di classe perché ebrea nella scuola elementare Paul-Simmel di Berlino. Un bambina di 7 anni è stata avvicinata da un amico: “Sei ebrea?”. La piccola ha subito risposto di sì e ha spiegato che suo papà è di fede ebraica anche se non è praticante. A quel punto è stata picchiata da diversi bambini, tutti provenienti da famiglie di fede musulmana.

banchi di scuola
© www.ilgiornale.it banchi di scuola
Ora, la scuola elementare arruolerà servizi di sorveglianza privati per garantire la sicurezza. Più un luogo è multietnico, più c’è bisogno di militarizzarlo.

E non è un caso isolato. Anzi:

Scuole fuori controllo in Germania: Musulmani perseguitano Ebrei e Cristiani

L’insegnante di una scuola elementare berlinese nella quale fino al 70% degli alunni è figlio di immigrati ha detto: “Non sanno ancora leggere e scrivere, ma già dividono il loro piccolo mondo in due categorie: credenti e miscredenti, musulmani e non musulmani”.

Bruciata viva al grido “Allah Akbar”, figlio: “Le avevo detto di non aprire a islamico” – VIDEO

Le varie associazioni ebraiche hanno lavorato decenni per favorire l’immigrazione in Europa, nell’illusione che la destrutturazione etnica del continente li avrebbe resi più sicuri – un’idea comprensibile dopo la seconda guerra mondiale -, invece accade il contrario.

VERIFICA LA NOTIZIA




Lascia un commento