Il progetto “Allah è gay” finisce male, giornalista bandita – VIDEO

Condividi!

https://t.co/gPedrlyYqB

Il progetto ‘Allah è gay’, concepito e messo in pratica per testare il concetto di libertà di espressione nel Regno Unito, è finito con il bando perpetuo dal Regno della giornalista e attivista canadese Laura Southern: per ‘contenuto razzista’. A quanto pare è permesso sbeffeggiare la religione cristiana, non quella islamica. Il che significa una sola cosa: in Inghilterra si applica la Sharia.

Che è poi quanto Laura Southern voleva testare con il suo progetto:

Del resto parliamo della nazione che perseguitò Oscar Wilde e Alan Turing per la loro omosessualità. Tranne poi scusarsi secoli e decenni dopo. Ora che l’omosessualità è invece sponsorizzata dallo Stato, colpiscono altri dissidenti.

VERIFICA LA NOTIZIA

Leader Pegida bandito da Regno Unito per il discorso scritto trovato nel bagaglio




Lascia un commento