L’ultimo regalo di Gentiloni: Tunisini liberati sul territorio – FOTO

Condividi!

Prima di dimettersi, ecco la decisione

L’hotspot di Lampedusa ha chiuso i battenti. Come volevano i clandestini tunisini che hanno appiccato l’incendio alla struttura. Gli ultimi 47 tunisini ospiti sono infatti stati trasferiti con il traghetto di linea per Porto Empedocle. Da dove sarà molto più semplice prendere il treno verso nord e dileguarsi, come il loro collega:

TERRORISTA TUNISINO RICERCATO A ROMA, ECCO NOTA CARABINIERI

E’ folle che con quello che sta accadendo, si liberino sul territorio dei tunisini dei quali si sa nulla.

Potrebbe esserci una strategia terroristica nell’incendio che ha devastato la struttura e che ha costretto alla chiusura:

TUNISINI INCENDIANO CENTRO ACCOGLIENZA LAMPEDUSA

In modo che eventuali terroristi non finiscano in un’isola da cui è complicato arrivare sulla terraferma.

VERIFICA LA NOTIZIA

Ovviamente a Lampedusa si festeggia: “Finisce questo periodo di disavventure create dai tunisini. Oggi, siamo usciti da un incubo – ha commentato il sindaco delle Pelagie, Salvatore Martello, – . La permanenza dei tunisini ha veramente creato non pochi problemi”. Case occupate e razziate.

Ma la soluzione era la Tunisia. Non Porto Empedocle.




Lascia un commento