Casellati, il nuovo presidente del Senato non è gay-friendly

Condividi!

Elisabetta Casellati, nuovo presidente del Senato, sul concetto di famiglia ha le idee chiare. E scatta la psicosi a ‘sinistra’. Le sue idee ha enunciate al convegno “La famiglia è una. I diritti sono per tutti”, promosso a Roma dall’associazione “Italia più” nel gennaio 2016.

VERIFICA LA NOTIZIA

“La famiglia non è un concetto estensibile Lo Stato non può equiparare matrimonio e unioni civili, né far crescere un minore in una coppia che non sia famiglia. Le diversità vanno tutelate ma non possono diventare identità, se identità non sono”.

“Non si può fare confusione, la parola usata dal Papa pochi giorni fa: ogni omologazione sarebbe un’improvvida sovrapposizione e un offuscamento di modelli non sovrapponibili”.




Un pensiero su “Casellati, il nuovo presidente del Senato non è gay-friendly”

  1. Le diversità NON vanno tutelate, se tutelarle significa non tutelare i bianchi, non tutelare gli italiani, non tutelare la famiglia, non tutelare i bambini affidati / adottati / cresciuti da coppie gay / lesbiche malati mentali, non tutelare noi stessi e fare un suicidio collettivo per fare posto agli “ospiti”

Lascia un commento