Barconi d’oro: ogni tunisino pagava 5mila euro per sbarcare in Italia

Condividi!

Sull’imbarcazione, per ogni traversata, venivano complessivamente trasportate dalle 12 alle 15 persone. Ogni clandestino pagava, per arrivare in Italia, circa 5.000 euro. Dunque, ciascun viaggio, poteva generare complessivamente profitti anche fino a 75.000 euro, compreso il contrabbando di sigarette. Nel corso dell’operazione, i carabinieri hanno anche sequestrato due fuoristrada utilizzati dall’organizzazione quali mezzi d’appoggio per il trasbordo dei tabacchi lavorati esteri.

L’inchiesta ha permesso d’accertare che il gruppo criminale avrebbe portato a termine vari sbarchi, tra cui quelli del 2 gennaio 2017 e del 17 febbraio dello stesso anno, avvenuti nelle coste del trapanese. Il coordinatore delle traversate – stando a quanto è emerso dalle indagini – sarebbe stato un italiano, il quale spesso si recava in Tunisia allo scopo di poter meglio gestire l’organizzazione dei viaggi e prendere accordi diretti con i tunisini.

VERIFICA LA NOTIZIA



Lascia un commento