Attaco Francia, terrorista si chiama Redouane Lakdim: “Era un musulmano normale”

Condividi!

Un nuovo particolare che emerge nell’assalto islamico di Trèbes, è interessante e al tempo stesso inquietante, ma non sorprendente. Il ministro dell’Interno francese ha dichiarato in una conferenza stampa che il terrorista islamico abbattuto si chiamava Redouane Lakdim e aveva 26 anni. Era noto alla polizia per atti di microcriminalità, ma i servizi non lo monitoravano per “radicalizzazione”. “Ha fatto il gesto all’improvviso”, ha detto il ministro degli Interni.

VERIFICA LA NOTIZIA

“Ha fatto il gesto all’improvviso”. Dimostra che ogni musulmano può fare la stessa cosa. Non importa che sia o meno ‘radicalizzato’, basta sia un normale islamico. Per questo pensare sia un problema di polizia è demenziale: quello che tutta Europa sta affrontando è un problema demografico. Risolvibile solo in termini demografici.

Nella conferenza stampa, il ministro dell’Interno ha affermato che il terrorista ucciso era “un piccolo spacciatore”, che ha “agito da solo”. Non avrebbe un complice. “Era un lupo solitario che ha agito”, ha detto il ministro. “Era di Carcassonne e andò a Trèbes, siamo in una piccola città tranquilla, ma la minaccia è ovunque“.

Ha poi specificato che il tenente colonnello quarantacinquenne, che volontariamente si è offerto in cambio di un ostaggio donna è “gravemente ferito”. Durante la presa degli ostaggi, il tenente colonnello ha lasciato aperto il telefono, ha detto il ministro, permettendo alle forze di intervento di seguire ciò che stava accadendo all’interno.




Lascia un commento