Migrante stupra bambina e la mette incinta, poi bastonate

Condividi!

Stuprata e messa incinta da un migrante ghanese all’età di 13 anni. È quanto emerso ieri in tribunale a Modena nel corso di un processo per violenza sessuale e abuso dei mezzi di correzione che vede al banco degli imputati un uomo originario del Ghana.

La vicenda è emersa nel 2015, quando l’immigrato, che è anche il padre della bambina, si è rivolto al consultorio chiedendo che la minorenne potesse abortire. Esito dei suoi continui stupri.

VERIFICA LA NOTIZIA

Se in un primo momento la bambina aveva accusato il fratello della violenza sessuale, successivamente tutti gli accertamenti del caso hanno portato all’accusa nei confronti del genitore. L’uomo, inoltre, deve rispondere anche del reato di abuso dei mezzi di correzione: avrebbe più volte colpito la figlia con un bastone e chiusa fuori, al freddo. Il prossimo settembre l’uomo sarà giudicato con il rito abbreviato.




Lascia un commento