Africani insegnano riti tribali ai bambini della scuola

Condividi!

La notizia – scrive Nicola Pasqualato – arriva da Dossobuono in provincia di Verona. Africani, con la complicità del Dirigente Scolastico, insegnano ai bambini a scuola i riti tribali per “mettersi in contatto coi defunti”. Ma ad accorgersene sono solo i cattolici tradizionalisti in quanto don Giuseppe Mirandola (articolo a fianco) del Centro per la Pastorale dei Migranti asserisce: “Nessun patentino per sentirsi migliore”, e cioè che la nostra cultura cristiana non è per nulla migliore delle altre religioni e giustifica così la collaborazione con i Centri Sociali veronesi, organizzatori dell’iniziativa volta a scristianizzare i bambini.

Lo scivolone del Dirigente Scolastico di Dossobuono, sul progetto dei riti africani per contattare i defunti, fa emergere il malcelato progetto di decostruzione della nostra civiltà, e cultura autoctona, a totale favore di altre usanze, tribali arretrate e straniere; decostruzione che ormai dilaga indisturbata in tutte le scuole d’Italia.

Interessante notare come il padre che ‘osa’ ritirare la bimba venga definito ‘tradizionalista’, lui il retrivo, non quelli dei riti tribali africani.

VERIFICA LA NOTIZIA



Lascia un commento