Vergogna rossa: scritte antifà contro Marco Biagi, vittima BR

Condividi!

“Marco Biagi non pedala più, onore a Mario Galesi, onore ai compagni combattenti”. Sono alcune delle vergognose scritte compars, in occasione del 16/o anniversario dell’uccisione da parte delle nuove Brigate rosse di Marco Biagi, sui muri della facoltà di economia di Modena, dove insegnava e dove sono in programma iniziative per ricordarlo. Ne ha dato notizia Michele Tiraboschi, storico collaboratore di Biagi, che ha pubblicato le foto su Facebook.

VERIFICA LA NOTIZIA

Soliti teppisti rossi. Rossi fuori e vuoti dentro.

“Lo Stato ha abbandonato mio padre.Ave-
va una scorta fino a pochi mesi prima
di essere ucciso. Toglierla senza moti-
vo, o comunque con una grande sottova-
lutazione,è stata una cosa molto grave”
Così il figlio di Marco Biagi, Lorenzo,
ricordando l’agguato delle nuove Br al
giuslavorista, 16 anni fa, a Bologna.

“Non odio gli assassini, ma non li per-
dono”,aggiunge.Infine “disgusto” per le
parole dell’ex Br Balzerani,secondo cui
fare la vittima è diventato un “mestie-
re”.

Fosse per noi, gli ex brigatisti rossi non esisterebbero. Perché li avremmo messi davanti al plotone d’esecuzione.




Lascia un commento