Profugo rapisce bimba e minaccia di gettarla nel fiume

Condividi!

Terrore a Firenze, un cosiddetto profugo ha rapito una bambina di 2 anni prendendola con la forza dalle braccia della madre e dopo 2 chilometri di fuga si è fermato sull’argine del fiume Sieve minacciando di colpire la piccola con un bastone e gettarla nel fiume.

Il criminale è un 27enne richiedente asilo nigeriano che esigeva di rivedere sua figlia e la moglie, allontanate dal centro di accoglienza dopo una denuncia nei suoi confronti per maltrattamenti e violenza sessuale sulla donna.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il richiedente asilo ha sfondato le porte di due appartamenti nel condominio dove vivono anche i profughi e ha preso con la forza la bambina, poi si è diretto verso il fiume.

I carabinieri lo hanno raggiunto e prima che l’africano colpisse la piccola con un bastone, lo hanno immobilizzato e arrestato.

Che gente stiamo importando.




Lascia un commento