L’ultima battaglia del PD: “Profughi hanno diritto alla piscina”

Condividi!

Al Pd non è bastata la botta elettorale che ha portato l’ex PCI-DC all’irrilevanza politica e vicino ad una meritata estinzione. No. Persevera nel difendere i privilegi dei fancazzisti. Sulla notizia dei corsi di nuoto gratuiti per i profughi:

Corsi di nuoto gratis per i profughi, Lega blocca tutto: governo PD apre inchiesta!

Secondo il PD, negare ai giovani maschi africani in fuga dalla guerra in Siria la piscina gratis, significa fomentare odio: “Le Lega novarese è un partito con ampie venature razziste, impegnato a fomentare odio”.

Non si rendono conto che i fomentatori di odio sono loro con iniziative demenziali e discriminatorie verso gli italiani come questa.

“La Lega novarese ha un problema. Dopo il risultato elettorale che porta il Partito di Salvini e di Canelli a guidare la coalizione di centrodestra, ancora una volta, drammaticamente, non riesce a non dimostrarsi per quello che veramente è: un partito con ampie venature di razzismo, incapace di gestire anche le cose più semplici e sempre impegnato a fomentare odio e divisione”.

Parlando dei corsi gratuiti per i migranti, il PD si chiede “cosa ci sia di discriminatorio in tutto questo, e ci chiediamo cosa scandalizzi la maggioranza leghista. Non riusciamo a trovare altro razzismo che quello di chi ha voluto revocare questa autorizzazione. Basta con questo fastidioso e becero razzismo da quattro soldi. Basta intolleranza e strumentalizzazione della persona umana”.

VERIFICA LA NOTIZIA

Matteo Marnati, capogruppo Lega Nord, ribatte: “Ma non hanno ancora capito che esistono delle regole e non si può fare come di vuole?. Solo la scuola di nuoto può organizzare corsi. non mi sembra un concetto difficile da capire”.




Lascia un commento