Roma, è caccia a jihadiste in burqa: questura diffonde allerta

Condividi!

L’allarme arriva dall’antiterrorismo italiano in un allerta diffuso dalla Questura di Roma il 13 marzo, nel quale si fa riferimento al messaggio diffuso attraverso un noto sito internet islamico vicino all’Isis, dove si invita a compiere attentati su aerei e altri obiettivi. Nel messaggio si invita in particolare i jihadisti ad utilizzare le donne per colpire, perché meno controllate e protette dai loro burka tanto scuri quanto impenetrabili. I terroristi islamici fanno affidamento, quindi, sul buonismo: chi oserà discriminare le donne islamiche chiedendo loro di togliere il burqa?

VERIFICA LA NOTIZIA

Nell’allerta l’antiterrorismo invita le forze di polizia a “attivare tutte le misure di carattere preventivo e repressivo per intercettare eventuali situazioni di sospetto o pericolo, rafforzando maggiormente i dispositivi di vigilanza e controllo del territorio per individuare mezzi e persone sospette”. Non manca, ovviamente, la richiesta a combattere il traffico di passaporti falsi e di esercitare “una assidua vigilanza nei confronti di persone, anche di genere femminile, con comportamenti anomali o sospetti”.

Il monitoraggio delle forze dell’ordine, secondo la questura, deve concentrarsi su tutte le persone stranieri in ingresso a Roma da porti e aeroporti, facendo attenzione a queli che da sempre sono considerati i principali obiettivi: sedi del governo, Vaticano, chiese, monumenti storici pieni di turisti e sedi diplomatiche.




Lascia un commento