Lettera di Ratzinger su Bergoglio: altri passaggi omessi, figuraccia Vaticano

Condividi!

La lettera di Ratzinger, il Vaticano svela i passaggi “omessi”

La lettera di elogio di Ratzinger a Bergoglio? ‘Photoshoppata’

“Solo a margine vorrei annotare la mia sorpresa per il fatto che tra gli autori figuri anche il professor Hünermann, che durante il mio pontificato si è messo in luce per avere capeggiato iniziative anti-papali. Egli partecipò in misura rilevante al rilascio della “Kölner Erklärung”, che, in relazione all’enciclica “Veritatis splendor”, attaccò in modo virulento l’autorità magisteriale del Papa specialmente su questioni di teologia morale. Anche la “Europäische Theologengesellschaft”, che egli fondò, inizialmente da lui fu pensata come un’organizzazione in opposizione al magistero papale. In seguito, il sentire ecclesiale di molti teologi ha impedito quest’orientamento, rendendo quell’organizzazione un normale strumento d’incontro fra teologi”.

VERIFICA LA NOTIZIA

In pratico Benedetto XVI si è rifiutato di leggere e introdurre gli undici “piccoli volumi” su La teologia di Papa Francesco editi da Lev perché tra gli autori dei testi c’è il professor Hünermann, un ‘progressista’ noto durante gli anni del pontificato di BXVI per attività teologica polemica verso il papa tedesco e prima ancora di lui verso Giovanni Paolo II. Ma non solo. E Jürgen Werbick, autore di un’interpretazione sul Concilio Vaticano II opposta a quella dell’allora cardinale Joseph Ratzinger.

Si conclude così la bizzarra querelle della lettera di Ratzingar pubblicata dal Vaticano solo nelle sue parti ‘elogiative’ di Bergoglio.

Un portavoce del Vaticano, che è voluto rimanere anonimo, ha “ammesso” l’offuscamento delle righe della seconda parte della missiva. La Santa Sede, però, parla di “foto artistica”. Foto artistica!




Lascia un commento