Treni costretti a rallentare per “migranti sui binari”

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Due cosiddetti profughi sudanesi sono stati avvistati questa mattina lungo la linea ferroviaria adriatica al confine tra i comuni di Grottammare e San Benedetto. La presenza delle persone ha costretto i responsabili della circolazione ferroviaria, per evidenti ragioni di sicurezza, a rallentare la corsa dei treni, tra cui quelli ad alta velocità come i Frecciarossa e i Frecciabianca, per circa 30 minuti.

Sul posto sono poi giunti gli agenti della Polfer di San Benedetto che hanno controllato i due migranti provvedendo poi a sanzionarli. Nei paesi africani le linee ferroviarie vengono utilizzate come una sorta di “bussola” per recarsi da un posto all’altro ed evidentemente e sarebbe stata proprio questa la motivazione che ha spinto i due migranti a camminare pericolosamente lungo la dorsale ferroviaria adriatica.

Stiamo diventando un paese del terzo mondo. I treni rallentano perché i migranti usano i binari come ‘bussole’.




Lascia un commento