Studentessa partecipa a festa solidale per i profughi, loro la stuprano

Condividi!

Tutto è iniziato il 2 ottobre 2016, quando la vittima, una studentessa universitaria greca di 23 anni, e il suo ragazzo hanno partecipato a un evento di solidarietà a favore dei rifugiati nella loro università di Salonicco. Come ne accadono anche in Italia. Organizzati dal governo.

Dopo avere festeggiato i migranti, hanno preso la via di casa. Ma i migranti hanno deciso di fare la festa a loro. Così li hanno bloccati nel cortile dell’università e legati.

VERIFICA LA NOTIZIA

Poi hanno costretto la ragazza ad eseguire sesso orale e infine l’hanno violentata in gruppo in modo brutale mentre, a pochi metri di distanza, era ancora in pieno svolgimento l’evento di solidarietà a sostegno dei rifugiati.

La polizia greca è riuscita ad arrestare tre profughi di 19, 22 e 29 anni, provenienti dall’Algeria e dalla Siria.

La scorsa settimana, la Corte d’Appello di Salonicco ha deciso di condannare gli algerini a 21 anni di carcere. Il terzo autore, oggi di 19 anni, dovrà essere processato in un tribunale per i minorenni.




2 pensieri su “Studentessa partecipa a festa solidale per i profughi, loro la stuprano”

Lascia un commento