Mamma sposa figlia grazie a matrimoni gay

Condividi!

Ancora un incredibile caso di discriminazione contro l’ammore. Che come sappiamo non ha sesso e colore, è senza barriere.

Ma purtroppo esistono ancora dei retrogradi che non accettano il progresso. Per questo, Patricia Ann Spann, 46 anni, e sua figlia biologica Misty Velvet Dawn Spann, 26 anni, che si sono sposate nella città di Lawton circa 17 mesi dopo che il matrimonio omosessuale è diventato legale nello stato dell’Oklahoma, sono state arrestate. Per aggirare il divieto di incesto la madre-sposa aveva dato il nome da signorina/o.

VERIFICA LA NOTIZIA

La madre-sposa ora dovrà scontare una condanna di due anni più otto di libertà vigilata. Anni fa venne già arrestata per avere sposato il figlio con lo stesso mezzo.

Le due donne vivevano come coppia ormai dal 2014. Ma ora il loro sogno d’amore è diventato un incubo, per colpa di voi omofobi. Ma noi che crediamo in un mondo migliore non ci arrendiamo: se fino a qualche anno fa era illegale il matrimonio gay, tra qualche anno sarà legale l’incesto e la poligamia. Così Patricia e Misty potranno riunirsi con il loro figlio/fratello in una grande ammucchiata arcobaleno.




Lascia un commento