Cittadini cacciano consigliera Pd dal bar: “Vai dai tuoi amici zingari”

Condividi!

Cacciata dal bar perché consigliera del Pd. Non c’è e non deve esserci pace per i traditori degli italiani.

Barbara Vinci, un seggio in Consiglio comunale a Rimini, denuncia in un’intervista al Resto del Carlino che alcuni cittadini l’avrebbero allontanata da un pubblico locale per le sue posizioni a favore dei campi nomadi del capoluogo romagnolo.

“Sono entrata nel bar Gigi dove vado da una vita, quando alcuni clienti mi hanno apostrofata pesantemente e poi hanno avuto il coraggio di dirmi, con toni piuttosto accesi: ‘Tu qui non entri, devi stare con i nomadi’.”. Grandi.

L’esponente del Pd spiega che si tratterebbe di “gente del posto, che conosco da anni”, che la avrebbe messa nel mirino per la sua posizione di responsabile del piano nomadi del Comune a cui è stata nominata dal gruppo consiliare del Pd.

VERIFICA LA NOTIZIA

L’idea del PD è quella di sparpagliare come un tumore gli zingari in “microaree nei quartieri della città”.

Essere del PD deve diventare una vergogna. Dobbiamo fare terra bruciata intorno a questi nemici del popolo.




Lascia un commento