TUNISINI INCENDIANO CENTRO, GOVERNO LI LIBERA: VINCONO LORO

Condividi!

I clandestini tunisini incendiano il centro rimpatri di Lampedusa, il governo PD in scadenza usa gli ultimi giorni della propria disonorata esistenza per chiuderlo e liberare i tunisini che saranno scaricati in Sicilia e poi imbarcati su treni verso nord.

VERIFICA LA NOTIZIA
“Progressivo e veloce svuotamento” e chiusura “temporanea” dell’hotspot di Lampedusa per consentire i lavori di ristrutturazione. E’ quanto deciso nel corso di un incontro oggi al Viminale tra il Capo Dipartimento per le Libertà civili e l’immigrazione, il Direttore Centrale dell’immigrazione e della Polizia delle frontiere del Dipartimento di Pubblica Sicurezza ed il Sindaco di Lampedusa.

Lampedusa presa d’assalto, sbarchi continui: clandestini incendiari

Nel corso del colloquio è stata analizzata la situazione del Centro di Lampedusa, anche alla luce del recente incendio doloso che ha reso inagibile una ulteriore sezione alloggiativa, già compromessa da analoghi precedenti episodi. A conclusione dell’incontro, si è convenuto di procedere al progressivo e veloce svuotamento della struttura con chiusura temporanea della stessa, per consentire l’esecuzione dei lavori di ristrutturazione, a partire da quelli già programmati, riguardanti la recinzione, i locali mensa e la videosorveglianza.

I tunisini vanno respinti appena intercettati. Non liberati nelle nostre città.




Un pensiero su “TUNISINI INCENDIANO CENTRO, GOVERNO LI LIBERA: VINCONO LORO”

Lascia un commento