Africani sradicano palo segnaletica e lo spaccano in testa ad italiano

Condividi!

«Mi hanno aggredito senza motivo». A parlare è il piacentino Michele Turco, artista locale del tattoo, che nella serata di sabato 10 marzo è finito all’ospedale con trauma cranico e venti punti di sutura. Ad aggredirlo sono stati due immigrati, descritti come stranieri di colore, che sono poi fuggiti.

VERIFICA LA NOTIZIA

«Ero insieme a un amico – spiega Turco – appena usciti da un bar di via Taverna ci siamo diretti verso il camper che avevo lasciato posteggiato in piazzale Torino. All’improvviso siamo stati avvicinati da due uomini di colore che hanno iniziato insultarci senza motivo. Il mio camper era posteggiato con due ruote sul marciapiedi ma non arrecava nessun intralcio».
«Uno di loro poi mi ha sputato addosso, dopodiché ha afferrato un paletto della segnaletica stradale con il fondo in cemento e me lo ha dato sulla testa mentre ero voltato di spalle». Poi sono fuggiti.




2 pensieri su “Africani sradicano palo segnaletica e lo spaccano in testa ad italiano”

Lascia un commento